QUIRINALE: FRANCESCHINI, 'FATTORE K' NON AVEVA RAGIONE DI ESISTERE
QUIRINALE: FRANCESCHINI, 'FATTORE K' NON AVEVA RAGIONE DI ESISTERE
IL MONDO E' CAMBIATO TRANNE CHE NELLA MENTE DI QUALCUNO

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - Il ‘fattore K’, nella scelta di Giorgio Napolitano alla presidenza della Repubblica, “non aveva ragione di esistere”. Lo afferma, in una intervista a La Repubblica, il capogrupo dell’Ulivo alla Camera Dario Franceschini. “Sono sempre stato convinto che fosse necessario un presidente che venisse dalla storia della sinistra. Un uomo con il bagaglio politico e istituzionale di Napolitano consentira’ di chiudere una pagina: comprenderemo la portata storica della data del 10 maggio piu’ in la’ nel tempo. Il ‘fattore K’ non aveva ragione di esistere, il mondo e’ cambiato tranne che nella mente di qualcuno”.

Il riferimento e’ a Silvio Berlusconi: “quella pregiudiziale -spiega Franceschini- sarebbe gia’ stata rimossa se dal discorso della discesa in campo del ‘94 ad oggi Berlusconi non avesse costruito le ragioni del suo impegno politico sull’esistenza di un nemico che in realta’ non esisteva, ma che lui si e’ ostinato a tenere in vita. Adesso il leader dell’opposizione si trova in mano un’arma spuntata”.

(Pol-Fer/Pe/Adnkronos)