RAI: PETRUCCIOLI, CDA E DG MAI INFORMATI SU FICTION FALCONE (2)
RAI: PETRUCCIOLI, CDA E DG MAI INFORMATI SU FICTION FALCONE (2)
DECISIONE RAIUNO HA PROVOCATO DANNO IMMAGINE E PRATICO

(Adnkronos) - “E’ assolutamente deplorevole che una decisione di questo rilievo, con tutte le sue implicazioni -sottolinea il presidente- non abbia coinvolto la Direzione Generale; che – di conseguenza – non ha avuto neppure la possibilit di informare il Consiglio di amministrazione. In questa circostanza stata compromessa la collegialit che deve regolare la vita dell’azienda e i rapporti fra i suoi vertici”.

“In questo caso -aggiunge Petruccioli- infondato qualsivoglia riferimento alla par condicio che ha un obiettivo preciso: impedire che l’informazione favorisca in qualunque modo una parte a scapito di un’altra. La par condicio non pu certo essere estesa ai legami familiari fra un martire della mafia e una candidata nelle prossime elezioni regionali siciliane, n pu essere invocata per sospendere la trattazione di temi come la mafia anche se questi alimentano controversie e polemiche fra le forze politiche in competizione”.

“La decisione, infine -prosegue il presidente Rai- ha provocato un danno di immagine e pratico all’azienda. Di immagine, perch anche solo il sospetto che un prodotto della importanza di ‘Falcone’ sia stata sottomesso a preoccupazioni politiche meschine e infondate getta una luce pessima sul servizio pubblico. Pur incolpevoli, ce ne scusiamo ufficialmente con i cittadini, con la Signora Falcone e – attraverso lei – con tutti i familiari delle vittime della mafia”. (segue)

(Nex/Gs/Adnkronos)