RIFORME: MONACO (DL), AL REFERENDUM DA UNIONE NO COMPATTO MA POI DIALOGO
RIFORME: MONACO (DL), AL REFERENDUM DA UNIONE NO COMPATTO MA POI DIALOGO

Roma, 12 mag. (Adnkronos) - "La priorit delle priorit spazzare via l'obbrobrio della Costituzione Calderoli, un colossale pasticcio, un vero mostro giuridico. Sul no al referendum l'Unione ancora una volta compatta, al contrario nella Cdl si sono gi manifestate divisioni. Ci sar poi tempo e modo per costruire. Con il metodo del dialogo e senza pi il mito della grande riforma, ma con tre revisioni puntuali: per dare stabilit ai governi, per una vera Camera delle autonomie che completi un federalismo cooperativo e solidale, per rafforzare gli organi di garanzia’’. Lo dice Franco Monaco dell’Ulivo.

‘’La nostra difesa dei principi costituzionali e il nostro ripudio della riforma Calderoli -sottolinea l’esponente della Margherita- convivono con la consapovolezza delle innovazioni e degli adeguamenti necessari per chiudere la transizione".

(Pol-Leb/Col/Adnkronos)