BASILICATA: UIL, CRISI ECONOMIA NON SORPRENDE
BASILICATA: UIL, CRISI ECONOMIA NON SORPRENDE

Potenza, 15 mag. - (Adnkronos) - ''L'analisi contenuta nel Rapporto Unioncamere sull'economia lucana 2005 non ci ha sorpreso, tanto piu' che solo un paio di settimane fa, in occasione del nostro congresso regionale, abbiamo lanciato un identico allarme''. E' quanto sostiene il segretario generale regionale della Basilicata della Uil, Michele Delicio, commentando i dati diffusi nei giorni scorsi che evidenziano una crescita zero per la Basilicata nel 2005 ed indicatori sostanzialmente negativi.

''Tra le cause della recessione economica della regione - dice Delicio - ha giocato un ruolo fondamentale la ristrutturazione del nostro apparato industriale che ha prodotto una crisi dietro l'altra: dall'indotto Fiat, alla Barilla di Matera, ai Salotti, alla Standartela''.

Per la Uil ''occorre una forte azione di recupero, a partire dal Polo dell'auto di Melfi che, trainato dal successo della Grande Punto, puo' drenare tutte le perdite di posti di lavoro, registrate nell'indotto, e puo' creare le condizioni per assorbire i lavoratori a tempo determinato attualmente in forze alla Sata''. Delicio inoltre esprime ''delusione'' per l'avvio della Task Force per l'occupazione ''che e' diventata un'ulteriore risposta per garantire equilibri politici e non uno strumento per governare e proporre soluzioni alle crisi che interessano la regione''.

(Nfr/Ct/Adnkronos)