BRASILE: RAPPRESAGLIA PCC RISCHIA DI ESTENDERSI A TUTTO IL PAESE/ADNKRONOS
BRASILE: RAPPRESAGLIA PCC RISCHIA DI ESTENDERSI A TUTTO IL PAESE/ADNKRONOS
OLTRE 90 MORTI- GOVERNATORE SAN PAOLO A LULA, NO A INTERVENTO ESERCITO

San Paolo, 15 mag. (Adnkronos) - Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha offerto l’esercito: 4mila uomini della forza nazionale da inviare nello Stato di San Paolo per contrastare la violenta rappresaglia avviata da venerd dal gruppo criminale Primeiro comando da capital. Ma il governatore di San Paolo, Claudio Lembo, ha detto no: “La situazione sotto controllo”, ha chiarito.

In realt la tensione altissima non solo nello Stato di San Paolo, ma in tutto il paese, dove in queste ore si sta estendendo la rivolta. Le vittime fino a questo momento sarebbero oltre 90 anche se il governo non ha fornito un dato ufficiale nelle ultime ore. Gli ostaggi nelle carceri sono almeno 226, mentre i penitenziari in rivolta sono 46.

La rappresaglia partita dopo la decisione del governo di San Paolo di trasferire oltre 700 detenuti per isolare i capi del PCC. Lula ha proposto di inviare 4mila militari a sostegno delle forze dello Stato di San Paolo, ma il governatore, Claudio Lembo ha per ora rifiutato l’aiuto offerto. (segue)

(Aba/Opr/Adnkronos)