CIAMPI: I MESSAGGI DEL SUO SETTENNATO/ADNKRONOS (9)
CIAMPI: I MESSAGGI DEL SUO SETTENNATO/ADNKRONOS (9)

(Adnkronos) - Dal messaggio del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi del 31 dicembre 2001:

-EURO: ‘’Stiamo per dire addio alla lira, con nostalgia. Ora nasce l’euro. E’ la prima volta nella Storia che per libera scelta, non per imposizione a seguito di conquiste territoriali o di eventi straordinari, un cosi’ numeroso gruppo di Paesi, nei quali vivono oltre 300 milioni di persone, si da’ una moneta unica. Al di la’ di ogni considerazione economica, e’ un grande segno di pace; e’ la prova concreta, definitiva, dell’impegno solenne assunto dai popoli europei di vivere insieme’’.

-UE: ‘’L’Europa unita e’ gia’ oggi, ma deve diventare ancor piu’ in avvenire, una grande forza di pace, per se’ e per tutti i popoli. Per esserlo, l’Unione Europea deve trasformarsi in un soggetto politico unitario. Deve poter parlare con una sola voce sui grandi problemi. Deve operare per la crescita di un sistema di istituzioni di governo mondiale’’.

-11 SETTEMBRE:’’Un atto di barbaro terrorismo. E’ un’immagine che non dimenticheremo, che non dobbiamo dimenticare. Ma non deve diventare il nostro incubo; ci deve tener sempre vigili nel difendere la civilta’. Quel drammatico 11 settembre, l’aggressione crudele a un Paese amico, gli Stati Uniti d’America, dove vivono milioni di italiani o discendenti di italiani che hanno contribuito a farlo grande con il loro lavoro, ha riportato di colpo al nostro orizzonte lo spettro della guerra’’.

-TERRORISMO:’’Oggi, dopo l’11 settembre, non dobbiamo esitare a combattere un nemico particolarmente insidioso, una rete terroristica internazionale ispirata da un fanatismo irrazionale. Questa lotta non giungera’ al pieno successo, se affidata soltanto alle armi. E’ necessario il sostegno concorde dei popoli: essi chiedono una maggiore giustizia, per ridurre le enormi diseguaglianze che caratterizzano la societa’ moderna’’. (segue)

(Bon/Gs/Adnkronos)