CIAMPI: OTTO LEGGI RINVIATE ALLE CAMERE/ADNKRONOS
CIAMPI: OTTO LEGGI RINVIATE ALLE CAMERE/ADNKRONOS
LA GASPARRI SUL SISTEMA TV, L'ORDINAMENTO GIUDIZIARIO E L'INAPPELLABILITA'

Roma, 15 mag. - (Adnkronos) - Sono complessivamente otto le leggi rinviate alle Camere dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel corso dei suoi sette anni di permanenza al Quirinale. La prima il 2 dicembre del 2000 relativa ad un provvedimento sul personale sanitario; l’ultima il 3 marzo scorso riguardante un decreto legge in materia di agricoltura. Tra queste due decisioni, quelle su tre leggi oggetto di particolari polemiche durante la passata legislatura: la Gasparri sul riordino del sistema radiotelevisivo; la riforma dell’ordinamento giudiziario; la legge sull’inappellabilit delle sentenze di assoluzione. Provvedimenti poi corretti dal Parlamento e promulgati dal capo dello Stato.

Il 2 dicembre del 2000 Ciampi rinvia alle Camere la legge sul PERSONALE SANITARIO, contestando una norma (secondo comma dell’articolo 6) che reintroduceva il carattere pubblicistico della contrattazione collettiva nel comparto della sanita’, prevedendo che gli accordi stipulati fossero resi esecutivi con decreto del presidente della Repubblica.

Il 29 marzo del 2002 viene rinviata la legge di conversione di un decreto legge sulla ZOOTECNIA (norme contro l’emergenza mucca pazza). Alla base della decisione di Ciampi una disposizione che prevedeva la proroga di un termine gia’ scaduto per l’esercizio di una delega legislativa. Altri motivi riguardavano piu’ specificamente i contenuti del decreto legge, al cui testo originario era stata aggiunta in Parlamento una serie di norme che, si leggeva nella motivazione del rinvio, ‘’appaiono disomogenee e non rispondono ai requisiti di necessita’ e urgenza richiesti dall’articolo 77 della Costituzione’’. (segue)

(Pol-Sam/Gs/Adnkronos)