ISRAELE: 'LIBERAZIONE', VIGNETTA NON ANTISEMITA MA SE L'HA OFFESA MI SCUSO
ISRAELE: 'LIBERAZIONE', VIGNETTA NON ANTISEMITA MA SE L'HA OFFESA MI SCUSO
SANSONETTI, AMBASCIATORE OFFESE RASHID E NON SI SCUSO'

Roma, 15 mag. (Adnkronos) -Domani ‘Liberazione’ pubblichera’ la risposta di Piero Sansonetti a Ehud Gol Ambasciatore di Israele a Roma, nella quale si ribadisce che ‘’la vignetta di Enzo Apicella non era antisemita’’ e ‘’in nessun modo offendeva il tragico ricordo dell’olocausto. In nessun modo’’.

‘’Certo, era una vignetta dura, molto polemica, assolutamente filopalestinese -ammette Sansonetti- ma non non conteneva niente di niente contro il popolo ebraico, per il quale il mio amico Apicella ed io abbiamo una grande simpatia e un forte affetto. Se per l’uso, in una vignetta, dell’immagine atroce dei campi di sterminio hitleriani ha offeso la Sua sensibilit o la memoria delle delle vittime della Shoah, questo mi dispiace davvero, e per questo senz’altro posso scusarmi’’.

‘’Mi sarebbe piaciuto che anche lei, quando circa tre mesi fa ‘Liberazione’ le chiese di scusarsi con il nostro amico e collaboratore Al Rahid, dirigente palestinese - che lei aveva pesantemente insolentito - avesse accolto il nostro invito e avesse presentato le sue scuse a Rashid (si ricorda? Lo defin, chiamandolo per nome, ‘una persona senza onore’, e disse che ‘la sua candidatura era una vergogna per l’Italia e per i palestinesi’). Lei non si scus. Sarebbe stato un gesto elegante e di distensione’’.

(Pol/Ct/Adnkronos)