ISRAELE: PIAZZA (RNP), VIGNETTA E' UNA VERGOGNA
ISRAELE: PIAZZA (RNP), VIGNETTA E' UNA VERGOGNA

Roma, 15 mag. - (Adnkronos) - La vignetta di ‘Liberazione’ ‘’ una vergogna e bene ha fatto l’Ambasciatore israeliano a Roma a chiedere le scuse del direttore di quel giornale’’. Cos afferma Angelo Piazza, ex Ministro della funzione pubblica e deputato della Rosa nel pugno, riferendosi alle polemiche sul disegno che ritrae l’ingresso di un lager con la frase ‘La fame rende liberi’. ‘’Il diritto di critica e di satira – prosegue Piazza – da tutelare ma ha un preciso limite: non pu di certo offendere la memoria di milioni di vittime delle atrocit e dell’odio razziale, n il dolore dei vivi che ricordano l’orrore di parenti e amici trucidati dai nazisti. Il direttore di Liberazione - prosegue- oggi nega qualunque intento antisemita, e invita ad un dialogo tra filo-israeliani e filo-palestinesi: avremmo preferito scuse pi nette e l’impegno a non dileggiare i sentimenti pi sofferti, come ha chiesto con pi chiarezza il Presidente della Camera Bertinotti’’.

Piazza assicura al Presidente delle Comunit ebraiche italiane che ‘’nessun rigurgito di antisemitismo e di razzismo rester incontrastato, anche e soprattutto se proveniente dalla sinistra, che dovrebbe essere invece in prima fila nell’onorare sempre i caduti della barbarie nazista. E apprezziamo molto l’invito che lo stesso Presidente Morpurgo fa alla creazione di uno stato laico, unico in grado di assicurare a tutti la espressione libera del proprio convincimento religioso o non religioso, di una o altra fede o credenza. Questa per noi della Rosa nel pugno la ragione fondante del nostro soggetto politico e l’obiettivo della nostra iniziativa’’.

(Sec/Zn/Adnkronos)