QUIRINALE: MARONI, NAPOLITANO DELUDENTE GRAVE LACUNA SU FEDERALISMO (2)
QUIRINALE: MARONI, NAPOLITANO DELUDENTE GRAVE LACUNA SU FEDERALISMO (2)
UNICA LUCE RIFERIMENTO CORAGGIOSO A TERRORISMO DI MATRICE ISLAMICA

(Adnkronos) - ''Anche l'aperto richiamo a favore dell'immigrazione -osserva Maroni- contrasta con il principio contenuto nella legge Bossi-Fini, che lega l'ingresso degli immigrati ad un regolare contratto di lavoro: principio, questo, adottato dal Governo Berlusconi e da molti altri governi europei (in primo luogo quello spagnolo del premier Zapatero). E' sembrato di sentire un esplicito riferimento quasi nostalgico alla legge Turco-Napolitano, che ha di fatto favorito il libero e indiscriminato ingresso di cittadini extracomunitari in Italia, senza lavoro e senza controllo''.

''Ancora un'ombra -rimarca il capogruppo della Lega- il passaggio sul mondo del lavoro e sulle sue condizioni, con una (poco istituzionale) concessione all'ala radicale della sinistra con l'accento sulla presunta precarieta' diffusa e l'assenza di ogni riferimento ai lusinghieri risultati raggiunti dal Governo Berlusconi in termini di occupazione e, proprio, di lotta alla precarieta'’’.

‘’Infine -osserva- il richiamo al bipolarismo, importante certo, ma che e' sembrato vuoto e privo di grande significato, visto che il Presidente non ha detto cosa succederebbe se il governo Prodi dovesse cadere. Il combinato disposto delle argomentazioni del Presidente fa purtroppo presagire uno scenario simile alla legislatura del 1996, con 4 governi della sinistra succedutisi in 5 anni. L'unica luce registrata nell'intervento del Presidente - conclude - e' stato l'allarmato riferimento al terrorismo di matrice islamica: un riferimento coraggioso, che la Lega ha apprezzato e che ha visto, come era prevedibile, la freddezza di ampi settori della maggioranza''.

(Sec-Ver/Ct/Adnkronos)