QUIRINALE: NAPOLITANO, LA SUA ESPERIENZA DI PRIMO EX-COMUNISTA AL VIMINALE/ADNKRONOS (6)
QUIRINALE: NAPOLITANO, LA SUA ESPERIENZA DI PRIMO EX-COMUNISTA AL VIMINALE/ADNKRONOS (6)

(Adnkronos) - Napolitano ministro dell’Interno fa fronte anche alle spinte secessioniste della Lega Nord, con la marcia dalle sorgenti del Po a Venezia guidata da Umberto Bossi e la minaccia di abbattimento dei ripetitori Rai: ‘’Una situazione di particolare delicatezza politica’’, sottolinea nel suo libro. ‘’Il governo -ricorda ancora- adotto’ su mia richiesta una dichiarazione di severo monito ai primi di settembre del 1997’’.

Porta la firma dell’allora responsabile del Viminale, insieme a quella del ministro della Giustizia, Giovanni Maria Flick, anche del ddl di riforma della legge sui pentiti. La nuova normativa modifica il trattamento dei collaboratori di giustizia, cambia il sistema di protezione prevedendo anche la possibilita’ di revocarle nel caso in cui il collaboratore non si sottoponga al contraddittorio in aula.

I suoi due anni al Viminale, pero’, saranno ricordati per la legge sull’immigrazione, la cosiddetta Turco-Napolitano. Una legge che ‘’costitui’ un approdo per molti versi esemplare’’ e che per Napolitano e’ ‘’uno dei risultati piu’ significativi della mia esperienza di governo’’. Grazie alla nuova normativa ‘’potemmo reggere prima all’intensa pressione migratoria dall’Albania, concludendo accordi di collaborazione straordinaria con il governo di Tirana, e nell’estate del 1997 all’ondata che dall’Africa settentrionale raggiungeva le coste della Sicilia’’. (segue)

(Pol-Leb/Gs/Adnkronos)