QUIRINALE: NAPOLITANO, SARO' PRESIDENTE DI TUTTI SENZA DISTINZIONE DI PARTE/ADNKRONOS (13)
QUIRINALE: NAPOLITANO, SARO' PRESIDENTE DI TUTTI SENZA DISTINZIONE DI PARTE/ADNKRONOS (13)
TROPPE TENSIONI IN RAPPORTI TRA POLITICA E GIUSTIZIA

(Adnkronos) - ‘’Certo, i problemi della legalit e della moralit collettiva si presentano ancora aperti in modi inquietanti e anche in ambiti che avremmo sperato ne restassero immuni. Mentre sono purtroppo rimaste critiche le condizioni dell'amministrazione della giustizia, soprattutto sotto il profilo della durata del processo. E troppe tensioni circondano ancora i rapporti tra politica e giustizia, turbando lo svolgimento di una cos alta funzione costituzionale e ferendo la dignit di coloro che sono chiamati ad assolverla’’.

‘’Anche in questo delicatissimo campo -auspica Napolitano- sono esigenze di serenit e di equilibrio, negli stessi necessari processi di riforma, quelle che si avvertono e chiedono di essere soddisfatte. Seri e complessi sono dunque gli impegni cui debbono far fronte la politica e le istituzioni. L'Italia vive un momento difficile: ma drammatico, non solo difficile, fu il periodo che l'Italia visse negli anni successivi alla fine della guerra e alla Liberazione, dovendo accollarsi un'eredit di terribili distruzioni materiali e morali e superare anche le scosse di un conflitto elettorale e ideale come quello che divise in due il paese nella scelta tra monarchia e repubblica’’.

‘’Prevalse allora, la prova pi alta la diede l'Assemblea Costituente, ed ebbe ragione di tutte le difficolt il senso della missione nazionale comune: che fu pi forte di pur legittimi contrasti ideologici e politici. Cos, oggi, il mio appello all'unit non tende a edulcorare una realt di aspre divergenze soprattutto ai vertici della politica nazionale, ma proprio a sollecitare tra gli italiani un nuovo senso della missione da adempiere per dare slancio e coesione alla nostra societ, per assicurare al nostro paese -dice il presidente della Repubblica- il ruolo che gli spetta in Europa e nel mondo’’. (segue)

(Pol-Leb/Zn/Adnkronos)