QUIRINALE: NAPOLITANO, SARO' PRESIDENTE DI TUTTI SENZA DISTINZIONE DI PARTE/ADNKRONOS (5)
QUIRINALE: NAPOLITANO, SARO' PRESIDENTE DI TUTTI SENZA DISTINZIONE DI PARTE/ADNKRONOS (5)
STATO E CHIESA INDIPENDENTI E SOVRANI

(Adnkronos) - ‘’Il valore della centralit della persona umana viene a misurarsi con le nuove frontiere della bioetica. L'unit e indivisibilit della Repubblica -prosegue il presidente della Repubblica- si via via intrecciata col pi ampio riconoscimento dell'autonomia e del ruolo dei poteri regionali e locali. Si rivela lungimirante come fattore di ricchezza e apertura della nostra comunit nazionale la tutela delle minoranze linguistiche’’.

Nel discorso di Napolitano c’e’ spazio per i rapporti con la Chiesa. ‘’Essenziale appare tuttora il laico disegno dei rapporti tra Stato e Chiesa, concepiti come, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. La libert e il pluralismo delle confessioni religiose -dice Napolitano- sono state via via sancite, e ancora dovranno esserlo, attraverso intese promosse dallo Stato’’. ‘’Presentano poi una pregnanza ed urgenza senza precedenti, tanto lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica, quanto -sottolinea in una passaggio dell’intervento- la tutela del paesaggio e del patrimonio storico e artistico della Nazione’’.

‘’Infine, i valori, tra loro inscindibili, del ripudio della guerra e della corresponsabilit internazionale per assicurare la pace e la giustizia nel mondo, si confrontano con nuove, complesse e dure prove. Ebbene, signor Presidente, onorevoli parlamentari, signori delegati regionali, chi pu mettere in dubbio -chiede il presidente della Repubblica- la straordinaria sapienza, e rispondenza al bene comune, dei principi e valori costituzionali che ho voluto puntualmente ripercorrere?’’. (segue)

(Pol-Leb/Zn/Adnkronos)