QUIRINALE: NAPOLITANO, UNA GRANDE PASSIONE PER LA CULTURA/ADNKRONOS (2)
QUIRINALE: NAPOLITANO, UNA GRANDE PASSIONE PER LA CULTURA/ADNKRONOS (2)
DIFESE ZAMBARDI DALL'ACCUSA DI NON ESSERE SCRITTORE MARXISTA ALLINEATO

(Adnkronos) - Quando alla meta’ degli anni Settanta fu responsabile culturale del partito, Napolitano difese lo scrittore Arnaldo Zambardi, accusato dal critico letterario Carlo Salinari e da altri intellettuali comunisti di non essere un marxista allineato. Per quella polemica scoppiata sulle pagine di riviste filo-Pci fece sapere di essere ‘’nauseato’’.

Il debutto nel mondo dell’editoria di Giorgio Napolitano risale al 1976, quando l’editore Vito Laterza lo convinse a rilasciare un’’’Intervista sul Pci’’ che , quando fu pubblicata, fece scalpore. Il parlamentare preciso’ di non parlare in quell’occasione come uno dei responsabili del partito, ma neppure a titolo personale, bensi’ come portavoce di un’esperienza politica collettiva. Per essere intervistato non volle tuttavia un giornalista italiano: chiese che fosse uno storico britannico, Eric Hobsbawm, un studioso dell’economia di ispirazione marxista ma assai apprezzato dall’accademia anglosassone. (segue)

(Sin-Pam/Opr/Adnkronos)