ROMA: ALEMANNO, PROGRAMMA PER SOCIALE DI VELTRONI CONFUSO E INDEFINITO (2)
ROMA: ALEMANNO, PROGRAMMA PER SOCIALE DI VELTRONI CONFUSO E INDEFINITO (2)

(Adnkronos) - ‘’Nel programma, in particolare -ha continuato Alemanno- proponiamo i ‘buoni assistenza’; la definizione del registro degli accrediti che sostituisce le convenzioni e che deve essere assolutamente riaperto, dopo che per 5 anni Veltroni lo ha tenuto chiuso; no alle scelte gestionali da parte della Giunta comunale (la parte pubblica deve avere solo una funzione di controllo); creazione di una Consulta per l’assistenza sociale, che coinvolga risorse pubbliche e private’’.

Secondo Alemanno ‘’il Welfare di comunita’ di Veltroni e’ solo un generico riferimento ad una mobilitazione degli attori coinvolti nel sociale, che di fatto indica la centralita’ del potere burocratico del Comune per le opere di assistenza sociale. Forse -ha aggiunto l’esponente della Cdl- Veltroni e’ condizionato dalle posizioni di Rifondazione comunista e dai massimalisti della coalizione di sinistra, ma sta di fatto che il termine non e’ menzionato nel programma di Veltroni e la sinistra da’ al Comune il compito di rispondere sulla sussidiarieta’’’.

‘’Tutti gli anni il Comune di Roma -ha concluso il consigliere capitolino di An Luca Malcotti- ha previsto fondi strutturali solo per una parte nel bilancio preventivo mentre lo stanziamento del resto dei fondi e’ stato evidenziato sempre nel bilancio finale. Cio’ non e’ tollerabile perche’ i municipi non possono altrimenti lavorare, perche’ si trovano a non poter preventivare i loro interventi. Abbiamo fatto un emendamento in un ordine del giorno per ottenere i fondi per le politiche sociali nel bilancio di previsione che pero’ e’ stato disatteso dal Comune’’.

(Ala/Gs/Adnkronos)