MOSTRE: TIVOLI RISCOPRE LE RADICI SIRIANE (3)
MOSTRE: TIVOLI RISCOPRE LE RADICI SIRIANE (3)

(Adnkronos/Adnkronos Cultura) - La storia di questa regina, tra leggenda e realt, consolida il legame tra la citt laziale e quella siriana, legame a cui sono dedicate le due mostre: “Tivoli – Palmira. Un viaggio lungo 2000 anni”, che intende far conoscere la Siria e Palmira in particolare, attraverso un itinerario fotografico tra i suggestivi monumenti dell’antica citt siriana, immagini di genere (volti e paesaggi) e una sezione in cui saranno esposti vestiti antichi ed esemplari di artigianato; e “Dea Syria”, dell’artista Massimiliano Kornmuller, che espone opere dipinte ad encausto, la tecnica pittorica degli antichi romani, sul culto delle divinit siriane.

“Sono un iconografo pagano che riproduce la tradizione iconografica pagana antica, quella dedicata al culti degli antichi di siriani giunti fino a Roma - ha raccontato in un’intervista all’ADNKRONOS CULTURA Massimiliano Kornmuller – tra le divinit che ritraggo nelle mie opere, la dea Siria, antica divinit mesopotamica collegata al culto delle vasche e dei pesci sacri (le cui pinne venivano adornate dai sacerdoti con gemme preziose); la dea Tyche, che ebbe una straordinaria fortuna nel mondo ellenistico e romano; gli di Palmireni, onorati a Roma sul Gianicolo, ma provenienti dalla Siria”.

“Accanto a questi, anche il dio senza forma Eliogabalo che ha dato il nome all’unico imperatore siriano – ha proseguito l’artista – Questi frammenti di antiche fedi perdute, ricostruiscono un periodo felice in cui l’uomo era libero di circolare in uno Stato unito nei culti. Le mie opere, se da unaparte raffigurano proprio questa unione dal punto di vista religioso, dall’altra non dimentico il discorso storico. infatti presente anche la regina Zenobia, sovrana che scelse Tivoli per il suo esilio in virt delle acque solforose che le ricordavano Palmira. Per raffigurare la regina, mi sono basato sull’iconografia delle monete, ma soprattutto su un busto di Zenobia conservato nei Musei Vaticani”

(Per/Ct/Adnkronos)