MONTENEGRO: URNE APERTE, SI DECIDE SULL'INDIPENDENZA (2)
MONTENEGRO: URNE APERTE, SI DECIDE SULL'INDIPENDENZA (2)

(Adnkronos) - “Ecco perch e’ necessario che assumiamo la piena responsabilita’ del nostro futuro”, ha sottolineato Djukanovic, per il quale il referendum fornisce l’occasione al paese di ritrovare l’indipendenza di cui ha goduto tra il 1878 ed il 1918. Dello stesso parere il presidente montenengrino, Filip Vujanovic, che si e’ detto peraltro certo del fatto che i s supereranno il 55 per cento di pareri favorevoli tra i voti espressi (almeno il 50 per cento degli elettori), la soglia minima necessaria ad assicurare un esito favorevole all’indipendenza del voto, secondo quanto pattuito con l’Unione Europea.

“Contiamo i giorni che mancano all’indipendenza”, ha detto, non mancando anche lui di sottolineare gli aspetti negativi del mantenimento dei legami con la Serbia. “Era dovere del governo serbo consegnare il criminale di guerra Ratko Mladic al Tribunale dell’Aja; tuttavia, nel momento in cui non lo ha fatto, l’Unione Europea ha sospeso i negoziati con la Serbia-Montenegro. Il Montenegro sara’ completamente indipendente dopo il referendum”, ha affermato Vujanovic, ricordando che obiettivo di Podgorica e’ entrare a far parte della Nato e di altri organismi internazionali poco dopo aver acquisito l’indipendenza. (segue)

(Ses/Zn/Adnkronos)