MONTENEGRO: URNE APERTE, SI DECIDE SULL'INDIPENDENZA
MONTENEGRO: URNE APERTE, SI DECIDE SULL'INDIPENDENZA

Podgorica, 21 mag. - (Adnkronos) - Urne aperte in Montenegro, i cui 484.718 elettori decideranno oggi dei futuri legami con la Serbia, lo stato sei volte piu’ grande e con una popolazione 13 volte piu’ numerosa al quale e’ unito all’interno dell’Unione di Serbia e Montenegro. Gli aventi diritto dovranno scegliere se recidere gli ultimi legami statali che ancora uniscono la repubblica alla Serbia, acquistando la piena indipendenza, o se conservare una forma di struttura politica federale a maglie larghe, quale quella che unisce i due stati dal mese di febbraio 2003. I 1.127 seggi rimarranno aperti dalle 8 alle 21. In nottata si conosceranno i risultati preliminari, quelli ufficiali domani.

Secondo gli ultimi sondaggi, tra il 49 e il 56% dei circa cinquecentomila elettori sarebbe pronto a dire ‘da’ (s) nel referendum sull’indipendenza. Nei giorni scorsi, il premier Milo Djukanovic ha rivolto un appello alla popolazione, esortandola a pronunciarsi a favore della separazione.“Il Montenegro e’ ostaggio della Serbia”, ha detto, lamentando il fatto che il suo paese sia costretto a sopportare “le conseguenze di azioni ed eventi con i quali non ha nulla a che vedere” a causa della sua protratta associazione alla Serbia, un chiaro riferimento tra l’altro alla recente decisione dell’Ue di sospendere i negoziati con la Serbia Montenegro per la mancata cooperazione di Belgrado con il Tribunale penale internazionale per i crimini di guerra nella ex Jugoslavia. (segue)

(Ses/Zn/Adnkronos)