MUSICA: TORNA OMAR PEDRINI CON 'PANE BURRO E MEDICINE', STORIA DEL RIVIVERE (2)
MUSICA: TORNA OMAR PEDRINI CON 'PANE BURRO E MEDICINE', STORIA DEL RIVIVERE (2)
AMORE E MORTE, ADOLESCENZA E FOLLIA I TEMI CANTATI DA PEDRINI

(Adnkronos) - Nelle altre canzoni dell’album Pedrini parla di amore e morte, adolescenza e follia. “Amore fragile” mette in evidenza il contrasto fra chi dice ‘ti amo’ tre volte nella vita e chi lo ripete a chiunque. In “Ora che ci sei” quando l’amore ti ha legato indissolubilmente ad una persona, arriva il momento dei dubbi e della ricerca di ulteriori certezze sulla forza di quel sentimento. Nel brano “Ragazzo non aver paura”, scritta pensando al figlio dodicenne Pablo, Omar contempla il fascino dell’adolescenza, il periodo della vita in cui tutto una scoperta, e incoraggia i ragazzi a scoprire la vita senza titubanze. La cover “Tre volte lacrime” rende omaggio ai Diaframma, il gruppo rock fiorentino che ha influenzato fortemente la sua crescita musicale assieme ad altri illustri punti di riferimento come Who, Pink Floyd e Fabrizio De Andr.

“Dimenticare Palermo” infine dedicata alla storia d’amore fra il cantante dei Noir Dsir Bertrand Cantat e l’attrice Anne Marie. quest’ultima uccisa, pare, a seguito di in un raptus di gelosia di lui: alla pazzia violenta e negativa di questo brano Pedrini contrappone la follia positiva che si manifesta nell’arguta e pacifica visione anarchica della vita di persone meravigliose come Alda Merini e il suo maestro enogastronomico Luigi Veronelli, a cui si ispirato per scrivere la ballata “La follia”, “elogio personale della follia - afferma Pedrini - che considero molto utile nella vita quando non violenta o accertata clinicamente”.

(Emb/Col/Adnkronos)