CINEMA: ADDIO A SALVATORE BILLA, STAR DEL POLIZIESCO ALL'ITALIANA (2)
CINEMA: ADDIO A SALVATORE BILLA, STAR DEL POLIZIESCO ALL'ITALIANA (2)

(Adnkronos) - Alla fine degli anni Sessanta Salvatore Billa divenne uno degli attori preferiti dai registi che giravano i cosiddetti ‘spaghetti western’; tra i vari titoli si ricordano ‘Al di l della legge’, ‘Django sfida Sartana’, ‘La vendetta un piatto che si serve freddo’, ‘E’ tornato Sabata, hai chiuso un’altra volta’.

Con il regista Pasquale Squitieri, Billa inizi a recitare con grande successo una serie di film polizieschi all’italiana, che negli anni Settanta segnarono la nascita di un vero e proprio genere. Tra le pellicole di questo filone figurano ‘La citt sconvolta, caccia spietata ai rapitori’, ‘Squadra antifurto’, ‘L’uomo della strada fa giustizia’, ‘Il poliziotto marcio’, ‘Liberi armati pericolosi’, ‘I padroni della citt’, ‘Napoli si ribella’, ‘Il poliziotto senza paura’, ‘La banda del Trucido’ con l’attore Tomas Milian, con cui recit in seguito spesso.

L’attore Salvatore Billa ha quindi recitato in vari film sulla mafia come ‘Corleone’, ‘Il pentito’ e ‘Sicilian connection’. In tv ha preso parte anche alla serie ‘La Piovra’. Negli anni Novanta, tra le varie interpretazioni di Billa, si ricordano ‘L’uomo delle stelle’ di Giuseppe Tornatore e ‘Li chiamarono briganti’ di Squitieri.

(Sin-Pam/Ct/Adnkronos)