CAMORRA: LATITANTE CATTURATO, RICONOSCE CARABINIERI E DICE 'SONO IO'
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


CAMORRA: LATITANTE CATTURATO, RICONOSCE CARABINIERI E DICE 'SONO IO'
IN MANETTE A BARCELLONA ESPONENTE CLAN DI LAURO

Napoli, 15 giu. (Adnkronos) - Prima ha simulato indifferenza porgendo una carta di indentit falsa, poi ha guardato bene in viso i due marescialli che aveva di fronte e ha mormorato: “Vi riconosco, siete carabinieri di Napoli, non posso pi fingere, anche voi mi conoscete, sono Rispoli”. Cos finita la latitanza di Carmine Rispoli, 28 anni, affiliato di spicco del clan camorristico ‘’Di Lauro’’. L’arresto stato eseguito nella tarda serata di ieri, dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli in un supermercato a Sitges, nei pressi di Barcellona.

L’uomo era latitante dall’ottobre del 2005 quando era stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare per traffico internazionale di stupefacenti. Rispoli era arrivato ai vertici del clan che opera nell’area di Secondigliano curando gli affari del traffico di cocaina dall’estero per rifornire il mercato della Campania, Toscana e Lazio. Rispoli anche imparentato con esponenti del clan che fa capo a Paolo Di Lauro detto “Ciruzzo ‘omilionario”.

I carabinieri, che hanno operato in collaborazione con la polizia spagnola e l’Interpol, non si sono avvalsi per le indagini di pentiti ma hanno seguito la pista dei familiari. All’arresto si giunti al termine di indagini sul noto sodalizio camorristico, artefice di una prolungata faida che ha insanguinato il capoluogo partenopeo con decine di omicidi.

Le indagini sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

(Sia/Pe/Adnkronos)