ABRUZZO: SANTRONI (PRC), GRAZIE A SOCI PRIVATI NUOVI SOGGETTI NEL PARCO SCIENTIFICO
ABRUZZO: SANTRONI (PRC), GRAZIE A SOCI PRIVATI NUOVI SOGGETTI NEL PARCO SCIENTIFICO
''NON HANNO CONSENTITO IL VOTO SULLA LIQUIDAZIONE''

L’Aquila, 28 nov. -(Adnkronos)- “La volont della Regione Abruzzo era quella di tutelare l’investimento pubblico e le lavoratrici e i lavoratori del Parco a partire dalla messa in liquidazione dello stesso e successivamente prospettare la sua rinascita come struttura interamente pubblica; ma i soci privati hanno deciso di percorrere un’altra strada”. Lo ha dichiarato Daniela Santroni, capogruppo del Prc alla Regione Abruzzo, in occasione dell’assemblea dei soci del Consorzio Parco scientifico e tecnologico d’Abruzzo si riunita oggi, e all’ordine del giorno c’ stata la messa in liquidazione del Parco o l’eventuale ricapitalizzazione delle perdite.

“I soci privati - continua - non hanno consentito il voto sulla liquidazione, prospettando l’ingresso di nuovi soggetti privati nel Parco che andrebbero a coprire le perdite, e sulla nomina di un nuovo consiglio d’amministrazione. Ne conseguita la decisione dei due componenti il c.d.a., i consiglieri regionali Daniela Santroni e Donato Di Matteo di dimettersi. A questo ha fatto seguito la comunicazione dell’ Assessore alle attivit produttive Valentina Bianchi riguardo futuri atti per la tutela degli interessi pubblici della Regione Abruzzo sul Parco”.

“Registriamo con sconcerto quanto oggi avvenuto - conclude la Santroni - in quanto la Regione stata di fatto estromessa dalla gestione del Parco e auspichiamo, cos come concordato con la Giunta di procedere in tempi brevissimi agli atti amministrativi necessari per far uscire formalmente la Regione dal Parco e costruire un nuovo strumento interamente pubblico fondamentale per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo della nostra Regione che tenga conto delle esperienze e le professionalit gi maturate all’interno del Parco scientifico e tecnologico”.

(Mzz/Pn/Adnkronos)