AIDS: AIUTI (ANLAIDS), TURCO CI HA DISCRIMINATO SU MANIFESTAZIONE PRIMO DICEMBRE
AIDS: AIUTI (ANLAIDS), TURCO CI HA DISCRIMINATO SU MANIFESTAZIONE PRIMO DICEMBRE
NEGATA PAROLA ALL'ASSOCIAZIONE

Roma, 29 nov. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - “Il ministro della Salute Livia Turco ha discriminato l’Anlaids negandole la parola durante la manifestazione per il primo dicembre, Giornata mondiale per la lotta all’Aids, alla presenza del Capo dello Stato”. A lanciare l’accusa , in una nota, Fernando Aiuti, presidente dell’Anlaids.

“Aver negato la parola all’Anlaids - sottolinea - significa che il ministro non sa nulla, o stata male informata, dell’immenso impegno dell’Anlaids nella lotta all’Aids”. L’Anlaids - si lamenta Aiuti - “aveva ragione a denunciare silenzio e disinteresse da parte delle istituzioni”. Il ministro Turco - aggiunge - “non si limitato a non dare al parola all’Anlaids il primo dicembre, ma ha cancellato tre esponenti dell’Anlaids, il sottoscritto, Ferdinando Dianzani e Mauro Moroni, dalla Commissione Nazionale Aids del Ministero della Salute”.

L’Anlaids, assicura Aiuti, “non si ferma e non si lascia certo intimorire da comportamenti cos sprezzanti, ma continua nella sua strada nella consapevolezza che deve rispondere solo ai malati, ai sieropositivi, ai volontari, ai cittadini tutti e agli studiosi. E non certo al ministro della Salute”. Queste notizie - conclude - “sono state commentate negativamente da tutto il mondo della ricerca e del volontariato riuniti a Roma per il XX Congresso nazionale Anlaids. Appuntamento al quale il ministro ed esponenti dell’Istituto superiore di sanit hanno dichiarato forfait all’ultimo minuto, quando la manifestazione era gi iniziata”.

(Sal/Col/Adnkronos)