AIDS: MSF, NUOVE TERAPIE INACCESSIBILI PER PAESI POVERI
AIDS: MSF, NUOVE TERAPIE INACCESSIBILI PER PAESI POVERI

Roma, 29 nov. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - La lotta all’Aids nei Paesi poveri destinata al fallimento “se le istituzioni internazionali non si impegneranno in modo serio e concreto per risolvere la questione dei costi esorbitanti delle nuove terapie”. A lanciare l’allarme, in una nota, sono i Medici senza frontiere (Msf).

Cinque mesi fa - si legge nella nota - l’Organizzazione mondiale della sanit (Oms) ha pubblicato l’aggiornamento delle linee guida per il trattamento dell’Aids raccomandando l’uso dei farmaci di nuova generazione anche nei Paesi pi poveri, ma nessuna strategia concreta stata attuata per aiutare i Governi dei Paesi pi colpiti a procurarsi questi medicinali dal prezzo esorbitante. “Il nostro lavoro sul campo - afferma Gianfranco Demaio, direttore di Msf Italia - ci insegna che il costo delle terapie destinato a crescere ancora nei prossimi anni se non si interverr a livello politico. Non si pu fare affidamento sulle politiche di beneficenza delle multinazionali farmaceutiche per risolvere il problema. E’ necessario un cambiamento globale di strategia”.

Con i prezzi attuali - continua Demaio - “la necessit di somministrare ai pazienti farmaci di nuova generazione porter alla bancarotta i programmi di cura faticosamente messi in piedi negli ultimi 15 anni. Eppure i Governi, le industrie e le agenzie multilaterali stanno facendo molto poco per risolvere il problema”. Secondo Moses Massaquoi, che lavora per Msf in Malawi, invece “ inaccettabile che in Africa dobbiamo aspettare anni per usare farmaci che sono largamente in uso nei Paesi ricchi”. Stando cos le cose - conclude Demaio - “la priorit quella di abbassare i prezzi il pi possibile, per garantire l’accesso alle cure a tutti i malati” .

(Sal/Gs/Adnkronos)