BASILICATA: ANTEZZA VISITA BAMBINI ALBANESI RICOVERATI ALL'OSPEDALE SAN CARLO
BASILICATA: ANTEZZA VISITA BAMBINI ALBANESI RICOVERATI ALL'OSPEDALE SAN CARLO
PRESIDENTE CONSIGLIO REGIONALE, GARANTIRE SALUTE BAMBINI E' DOVERE DELLE ISTITUZIONI

Potenza, 29 nov. - (Adnkronos) - Nel 2005, 20 bambini extracomunitari affetti da cardiopatie congenite sono stati sottoposti a procedura interventistica emodinamica e 14 sono stati sottoposti ad intervento cardiochirurgico. E il risultato del progetto di solidariet della Regione Basilicata che prevede l’assistenza sanitaria gratuita per i bambini dei Paesi dove si verificano guerre o catastrofi umanitarie. Lo si appreso nel corso di una visita che la presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Maria Antezza, ha fatto nei giorni scorsi nei reparti di cardiochirurgia e di pediatria dell’Ospedale San Carlo di Potenza, dove sono attualmente ricoverati quattro bambini albanesi in attesa di essere operati.

In progetto di solidariet. Antezza, accompagnata dal direttore generale dell’Azienda ospedaliera San Carlo, Michele Cannizzaro, dal direttore sanitario Giuseppe Cugno e dal direttore amministrativo Rubino Greco, si intrattenuta con il direttore dell’Unit operativa di cardiochirurgia, Sergio Caparrotti e con il responsabile dell’Unit operativa di cardiologia pediatrica, Ugo Vairo, che le hanno illustrato le modalit operative di questa attivit.

Circa la met (47%) dei 115 bambini sottoposti nel 2005 a procedura interventistica presso l’unit di cardiologia pediatrica dell’ospedale San Carlo, provengono da fuori regione, mentre addirittura del 63% la percentuale di extraregionali (bambini extracomunitari e provenienti dalla regioni Puglia, Campania e Calabria) fra i 40 bambini sottoposti nel 2005 ad intervento cardiochirurgico. (segue)

(Cal/Pe/Adnkronos)