COSENZA: LEGALE PADRE FEDELE, NON CAPISCO COME SI FA A RITENERE CREDIBILE SUORA
COSENZA: LEGALE PADRE FEDELE, NON CAPISCO COME SI FA A RITENERE CREDIBILE SUORA
DA CASSAZIONE NON SUFFICIENTEMENTE CONSIDERATO ASPETTO OGGETTIVO REATO

Lamezia Terme, 29 nov. – (Adnkronos) – ‘’Non ho ancora letto la sentenza depositata solo oggi pomeriggio. Mi sembra che la Cassazione abbia eccessivamente valutata la personalit del frate; personalit che emerge dagli atti processuali’’. Lo ha dichiarato l’avvocato Tommaso Sorrentino, difensore di Padre Fedele il frate francescano indagato insieme al suo segretario Antonio Gaudio per violenza sessuale nei confronti di una suora, commentano la sentenza della terza sezione penale della Cassazione che, nelle motivazioni depositate oggi spiega come nei confronti del frate ci siano ''gravi indizi'' che denotano ''proclivita' a commettere, senza eccessive remore, atti della stessa specie''.

Per l’avvocato Sorrentino nella sentenza ‘’non invece sufficientemente considerato l’aspetto oggettivo del reato. In altre parole vorr leggere - conclude - nella sentenza come fanno i giudici della suprema corte a ritenere credibile la suora e gli episodi di violenza sessuale da lei denunciati’’.

Ora gli atti del processo tornano a Catanzaro, dove i giudici dovranno decidere sul destino del frate che a quanto si apprende non ha nessuna difficolt ad essere processato, ma auspica un dibattimento pubblico, magari in uno stadio.

(Prs/Pn/Adnkronos)