ETNA: OLIVA (MPA), RICONOSCERE STATO DI CALAMITA' AL PERDURARE DI EMERGENZA
ETNA: OLIVA (MPA), RICONOSCERE STATO DI CALAMITA' AL PERDURARE DI EMERGENZA

Catania, 29 nov. - (Adnkronos) - ‘’Per il sesto giorno consecutivo assistiamo alla chiusura dell’aeroporto Fontanarossa di Catania che, servendo sette province siciliane su nove, determina una situazione di estrema gravit per la popolazione della Sicilia’’. Ad affermarlo Enzo Oliva, capogruppo del Movimento per l’Autonomia e vicepresidente del Gruppo Misto alla Camera. ‘’Per una regione cos importante e con oltre 5 milioni di abitanti, senza “ponti” n “autostrade del mare” - continua il deputato autonomista - il normale funzionamento dell’aeroporto Fontanarossa di Catania, il quarto scalo nazionale per traffico, costituisce un fatto di vitale importanza per i siciliani e per l’economia dell’isola’’.

‘’L’attivit vulcanica dell’Etna -prosegue- sta determinando, come per altro ha determinato in passato, gravi danni per l’economia siciliana e preoccupazione per le colture e le produzione agrumicole. Il continuo ricorso alla chiusura dello scalo etneo e il perdurare di una situazione di incertezza per ogni tipo di attivit economica che faccia affidamento sul trasporto aereo costituiscono, in una regione come la Sicilia, carente di infrastrutture e svantaggiata per la sua condizione di insularit, una situazione di emergenza che, se perdurasse, ci costringerebbe a chiedere lo stato di calamit’’.

‘’L’Esecutivo, dovrebbe gi dalla Finanziaria in discussione al Senato, porre in essere forme di incentivo all’economia dell’Isola in grado di risarcire la regione Sicilia dei danni subiti. Sappiamo bene che il Governo non particolarmente sensibile alle ragioni dello sviluppo della Sicilia – conclude Oliva - ma sarebbe inaccettabile che l’esecutivo restasse inerte anche di fronte a questa vera e propria emergenza’’.

(Rre/Pn/Adnkronos)