IRAQ: AVV. COPPI SU RINVIO UDIENZA CASO CALIPARI, DA USA NON C'E' COLLABORAZIONE
IRAQ: AVV. COPPI SU RINVIO UDIENZA CASO CALIPARI, DA USA NON C'E' COLLABORAZIONE
VEDOVA VUOLE PROCESSO GIUSTO ED EQUO

Roma, 29 nov. - (Adnkronos) - A ottenere il rinvio dell’udienza preliminare sulla morte di Nicola Calipari al 7 febbraio prossimo e’ stato l’avvocato Fabrizio Cardinali nominato difensore d’ufficio di Mario Lozano. Il penalista in sostanza ha chiesto tempo per esaminare una serie di questioni riguardanti la qualifica del fatto processuale per questioni sollevate dagli avvocati della giornalista Giuliana Sgrena e della vedova Rosa Calipari. Queste riguardano tra l’altro la identificazione dell’imputato, la natura politica dell’accaduto, l’esistenza della giurisdizione italiana per celebrare il giudizio e la volontarieta’ del fatto.

Secondo il professor Franco Coppi che assiste la vedova Calipari gli americani non hanno mai inteso di riconoscere il diritto dell’Italia di fare il processo. Il penalista ha parlato in proposito di ‘’arroganza e di volontarieta’ nel non dare alcuna collaborazione’’. La vedova Calipari ha detto Coppi ‘’vuole un processo giusto ed equo che finira’ come finira’. Non ci si puo’ accontentare di un semplice rammarico’’.

(Saz/Ct/Adnkronos)