'NDRANGHETA: DI PIETRO, CALABRIA NON SI ARRENDA A CHI LA MORTIFICA
'NDRANGHETA: DI PIETRO, CALABRIA NON SI ARRENDA A CHI LA MORTIFICA
''POCHI CRIMINALI NON AVVILISCANO UN LUOGO DI INGEGNO''

Lamezia Terme, 29 nov. – (Adnkronos) - ‘’Non bisogna arrendersi per pochi criminali che mortificano la Calabria, che un luogo di ingegno. Non ci si pu fermare, altrimenti rischiamo di fare come il cane che si morde la coda’’. E’ quanto ha affermato il ministro alle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, rispondendo alle domande dei giornalisti, a margine dell’incontro che si svolto oggi a Catanzaro per analizzare gli investimenti in Calabria, riferendosi ai possibili condizionamenti mafiosi sugli appalti per la realizzazione delle infrastrutture.

Lo stesso ministro, al termine della conferenza stampa, si fermato a parlare con un gruppo di lavoratori socialmente utili e di pubblica utilit che stavano manifestando davanti la sede del dipartimento della protezione civile. ‘’I fondi per superare questa fase di precariato – ha assicurato Di Pietro - sono gi in Finanziaria, una volta approvata dovremo stare attenti che i fondi non prendano altre strade’’.

(Prs/Opr/Adnkronos)