PESCA: PATRICIELLO (UDC), RAGGIUNTA INTESA PER COMPARTO ITTICO ITALIANO
PESCA: PATRICIELLO (UDC), RAGGIUNTA INTESA PER COMPARTO ITTICO ITALIANO
L'UNIONE EUROPEA VARA ACCORDO PER MEDITERRANEO, TIRRENO E STRETTI

Venafro, 29 nov. - (Adnkronos) - “Siamo riusciti, dopo mesi di difficili negoziati a mettere a punto un compromesso positivo per il comparto ittico italiano prendendo in considerazione i rischi che ci sarebbero stati se l’intesa non fosse stata raggiunta”. Lo ha dichiarato l’eurodeputato Udc, Aldo Patriciello, che ha espresso tutta la sua soddisfazione per il risultato conseguito dall’Unione Europea, che per la prima volta nella storia della politica comunitaria, ha varato un regolamento che armonizza l’attivit dei pescatori che operano nel Mediterraneo e che soddisfa l’esigenza di garantire, a lungo termine, le risorse ittiche e la tutela del suo ricchissimo ecosistema.

“In effetti - ha spiegato Patriciello - se un accordo non fosse stato raggiunto, la Commissione europea avrebbe accantonato la proposta di riforma ed applicato severe misure internazionali gi previste in passato”. Per i pescatori italiani si profila, comunque, un adeguamento progressivo e lento alle nuove regole (la pesca del ‘rossetto’ e del ‘bianchetto’ sono salve fino al 2010). Infatti, viene anche ritardato l’obbligo di modificare le reti, intervento per il quale i pescatori riceveranno un contributo. La delegazione italiana riuscita a salvaguardare l’attivit di pesca nel Tirreno e negli Stretti che, altrimenti, rischiava di essere bandita a causa della configurazione geografica dei mari.

Tra gli elementi principali della riforma approvata vi una proroga delle attivit di pesca tradizionali che saranno autorizzate fino al 2010 e l’erogazione di contributi finanziari affinch i pescatori procedano alla sostituzione delle reti tradizionali con le maglie di tipo quadrangolare che debutteranno nel 2008.

(Ghi/Pn/Adnkronos)