PUGLIA: CDL, VENDOLA CONTINUA A PROVOCARCI
PUGLIA: CDL, VENDOLA CONTINUA A PROVOCARCI

Bari, 29 nov. - (Adnkronos) - ‘’Il presidente Vendola deve smetterla di fare il provocatore. Oggi invece continua a provocarci e pur dicendo di voler sedare gli animi, sembra buttare benzina, non acqua sul fuoco’’. E’ scritto in un comunicato dei partiti del centrodestra che siedono nel Consiglio Regionale della Puglia a proposito di quanto affermato oggi dal governatore dopo i disordini di ieri durante l’Assemblea.

‘’Da parte nostra - aggiunge - non c’e’ alcuna difficolta’ a chiedere scusa al Consiglio regionale come Istituzione, purche’ prima venga cancellata, con le scuse chiare e inequivocabili del Presidente, la calunnia che ci ha gratuitamente riservato ieri in Consiglio. Vendola tende invece a sminuire le sue parole - sostiene l’opposizione - quasi fosse cosa da poco accusare l’intero centrodestra e la passata amministrazione di voto di scambio sul finanziamento degli oratori, senza che questa accusa sia mai neanche stata formulata dalla Magistratura. La nostra reazione e’ stata proporzionata alla gravita’ delle sue parole’’.

‘’Senza tirare in ballo assurdamente fenomeni di bullismo o violenza negli stati - sottolinea la minoranza - che nulla hanno a che vedere con chi reagisce a calunnie e provocazioni, bene farebbe Vendola a capire che deve smetterla di infangare la nostra attivita’ politica attuale e passata. Oggi invece il presidente non solo non chiede scusa ma va anche oltre continuando a parlare della sua limpidezza politica, quasi fosse da mettere in contrapposizione ad una nostra presunta opacita’. Se accusati ingiustamente e calunniati, noi continueremo a difenderci. E se il presidente - conclude la nota - non chiede scusa per quello che ha detto ieri e che ha continuato a dire oggi, sara’ difficile che possano esserci i margini per quel chiarimento istituzionale auspicato da tutti’’.

(Pas/Pn/Adnkronos)