PUGLIA: MANIGLIO (DS), AULA CONSIGLIO REGIONALE COME STADIO SAN SIRO
PUGLIA: MANIGLIO (DS), AULA CONSIGLIO REGIONALE COME STADIO SAN SIRO

Bari, 29 nov. - (Adnkronos) - ‘’Ai cittadini pugliesi, ma soprattutto ai ragazzi che popolano le nostre periferie e che si raggruppano nelle curve degli stadi, e’ stato inviato un messaggio devastante e saranno in tanti oggi a chiedersi quale differenza c’e’ tra chi solleva una sedia in consiglio regionale per scaraventarla sui banchi del governo e chi getta un motorino dalle gradinate di San Siro. Nessuna. Se non il piccolo particolare che chi siede in consiglio e’ un ‘eletto’ del popolo, e’ benestante e spesso ha i capelli bianchi. Non sono differenze da poco. Anzi servono a rendere ancora piu’ indecente quanto accaduto ieri’’. E’ il commento polemico del capogruppo dei Democratici di Sinistra nel Consiglio Regionale pugliese Antonio Maniglio sui disordini successi ieri durante la discussione sul disegno di legge sullo sport, poi approvato dalla sola maggioranza di centrosinistra.

‘’L’iniziativa del presidente Pepe, cui va la nostra solidarieta’, per riportare un clima civile in consiglio regionale, e’ assolutamente lodevole - dice Maniglio - e corrisponde alla necessita’ di ridare decoro e dignita’ all’assemblea legislativa. Ma il necessario sforzo di riconciliazione non attenua la gravita’ dei fatti accaduti. Ieri, come hanno correttamente riportato i giornalisti presenti, ci sono stati atti di violenza e tentativi di aggressione fisica”. (segue)

(Pas/Pn/Adnkronos)