SALUTE: ITALIANE PREVENUTE SU PILLOLA, ESPERTI IN RETE PER USO MIGLIORE (2)
SALUTE: ITALIANE PREVENUTE SU PILLOLA, ESPERTI IN RETE PER USO MIGLIORE (2)

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - “Crediamo che questo nuovo approccio sia la chiave di volta per offrire alle italiane la massima capacit di scelta e informazione sulla contraccezione orale - commenta Gian Benedetto Melis, ordinario di Ginecologia e ostetricia all’universit di Cagliari - A quasi cinquant’anni dalla commercializzazione del primo contraccettivo orale, infatti, l’assunzione della pillola ancora troppo spesso collegata a effetti collaterali quali aumento di peso, ritenzione idrica e cellulite, tensione mammaria, cefalea e macchie cutanee. Gli addetti ai lavori devono doverosamente riflettere su questo ‘automatismo psicologico’”, avverte l’esperto. Da qui il Ciemmea, una collaborazione gradita anche a dermatologa e nutrizionista.

“Oggi lo scambio fra ginecologo e dermatologo non abbastanza frequente e approfondito - sottolinea Desanka Raskovic, primario dermatologo dell’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma - Si lavora troppo spesso a ‘compartimenti stagni’”, ammette l’esperta. Da un lato “il ginecologo prescrive la pillola preoccupandosi soprattutto del problema contraccettivo o della patologia di sua stretta pertinenza”, mentre dall’altro “il dermatologo prende una decisione nel campo di sua stretta pertinenza, senza approfondire abbastanza le possibili istanze contraccettive della paziente”. Ma il Ciemmea potr anche contribuire a rendere le italiane meno ‘prevenute’ nei confronti della pillola.

“La percezione del ‘pericolo linea’ connesso all’uso della pillola si abbasserebbe almeno del 90%, se in interazione con il ginecologo ci fosse anche il nutrizionista - assicura Angela Andreoli, nutrizionista dell’universit Tor Vergata di Roma - E questo - precisa - con il Ciemmea sar finalmente possibile”. (segue)

(Sal/Ct/Adnkronos)