SANITA': CITTADINANZATTIVA, LISTE ATTESA INACCETTABILI E ANCORA BLOCCATE (2)
SANITA': CITTADINANZATTIVA, LISTE ATTESA INACCETTABILI E ANCORA BLOCCATE (2)
TROPPE DIFFERENZE FRA REGIONI E ASL

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - I tempi massimi d’attesa in ospedale per un ecodoppler cardiaco variano da 17 giorni, se urgente, a 164 se non urgente, per un elettrocardiogramma da 14 a 240 giorni, per un’ecografia addominale da 36 a 255 giorni. E ancora, per una gatroscopia si aspettano al massimo 48 giorni se urgente o 154 se non lo , per una colonscopia da 21 a 160 giorni, per una Tac di tutto il corpo da 41 a 133, per una risonanza magnetica completa da 11 a 130 giorni.

Regione che vai, sistema sanitario che trovi. Non solo. Anche all’interno di uno stesso territorio, sottolinea Cittadinanzattiva nel rapporto, la qualit dei servizi varia in maniera notevole. Cos se i cittadini promuovono con un ‘’ottimo’’ l’assistenza ospedaliera, definiscono ‘’scadente’’ lo stesso aspetto nei distretti sanitari. L’attenzione al controllo e alle gestione del dolore viene considerata ‘’scadente’’ negli ospedali, ma anche in questo caso il quadro piuttosto diversificato. In un 40% di strutture il dolore viene infatti valutato e curato in modo sistematico, mentre nel 25% non c’ alcuna attivit organizzata per combattere la sofferenza inutile.

L’informazione ai cittadini migliorata, ma non troppo. Solo in un’azienda su 4 si trovano documenti rivolti al pubblico, ancora pi ridotte sono le indicazioni su come comunicare commenti, suggerimenti o reclami. Solo nel 40% dei casi esiste un servizio di consulenza telefonica ai familiari dei malati oncologici in assistenza domiciliare. Infatti, un quarto delle persone che si rivolgono al Tdm ha bisogno di informazioni. (segue)

(Sal/Col/Adnkronos)