SME: CASSAZIONE, DIFESA PREVITI PRESENTA MEMORIA SU PRESCRIZIONE ED E' SCONTRO IN AULA
SME: CASSAZIONE, DIFESA PREVITI PRESENTA MEMORIA SU PRESCRIZIONE ED E' SCONTRO IN AULA
AVV. GIANSI, PER NOI REATO SI E' GIA' PRESCRITTO- PG, VOGLIO FARE I CALCOLI

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - E’ scontro nell’aula della Sesta sezione penale della Cassazione, nella giornata della quarta udienza per il processo Sme che vede tra gli imputati Cesare Previti, condannato in appello a 5 anni di reclusione per corruzione. A scatenare lo ‘scontro’, una nota presentata dall’avv. Giuseppe Giansi, difensore del parlamentare di Forza Italia, (l’unico peraltro che parler nel pool difensivo), nella quale il presidente della Corte d’appello di Milano, successivamente al deposito della sentenza, aveva calcolato i termini della prescrizione del reato fissando al 30 aprile 2007.

Una data contestata dalla difesa Previti per la quale, a tutto concedere, il reato si gi prescritto a novembre. L’’improvvisazione’ della memoria ha sollevato subito la reazione del sostituto procuratore generale della Cassazione, Francesco Iacoviello, che ha esordito: “io non ho difficolt sul fatto che vengano presentate memorie, ma questa cosa la vedo solo ora e francamente per interloquire vorrei controllare, fare io i calcoli perch qui si solleva una eccezione su un appunto che non esiste giuridicamente”.

Nemmeno la precisazione dell’avv. Giorgio Perrone, un altro difensore di Previti, riuscita a convincere il pg. “Dopo la sentenza il presidente della Corte d’appello di Milano -ha spiegato Perrone- ha predisposto, su sollecitazione dello stesso pg, una nota nella quale ha calcolato i termini della prescrizione, quindi il termine stato inserito nel fascicolo. Per noi questa nota rappresenta un ausilio”. Tale nota, infatti, spiegherebbe bel dettaglio i singoli invii in base ai quali le difese sostengono che il reato gi prescritto. Ma il pg, che quei calcoli li ha visti solo ora, vuole vederci chiaro.

(Dav/Pe/Adnkronos)