MODA: FIRMATO IL MANIFESTO DI AUTOREGOLAMENTAZIONE CONTRO L'ANORESSIA
MODA: FIRMATO IL MANIFESTO DI AUTOREGOLAMENTAZIONE CONTRO L'ANORESSIA
MELANDRI, UN CONTRIBUTO ALLA FORMAZIONE DI CANONI ESTETICI

Roma, 22 dic.(Adnkronos) - Firmato questo pomeriggio il Manifesto nazionale di autoregolamentazione della moda italiana contro l’anoressia da Giovanna Melandri, ministro per le Politiche Giovanili e le Attivit Sportive; Mario Borselli, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e Stefano Dominella, presidente di Alta Roma.

“Tale Manifesto un’azione concertata e integrata dal Governo - ha affermato Giovanna Melandri, ministro per le Politiche Giovanili e le Attivit Sportive - un bell’esempio di come le istituzioni possano convergere su obiettivi importanti, al di l dell’orientamento politico – L’anoressia e la bulimia sono malattie psichiatriche che colpiscono moltissimi giovani e sono tra le prime cause di morte psichiatrica. In un certo senso - ha continuato il ministro Melandri- sono le malattie del nostro tempo e non ci sono scorciatoie possibili per affrontarle. C’ quindi da parte del governo la volont di affrontare questa realt, che comporta anche importanti sfide culturali – estetiche. Il 60 % delle adolescenti che frequentano le scuole medie desiderano infatti essere pi magre; dato che descrive un contesto culturale e sociale allarmante, dal quale siamo partiti per la realizzazione del Manifesto. La moda non responsabile e non ha colpe e, infatti, non abbiamo intenzioni punitive”.

“Tale manifesto - ha aggiunto il ministro - ha due versanti particolarmente importanti: in primis un contributo che il sistema della moda italiana pu dare alla formazione di canoni estetici non identificati solo con quello della magrezza. Inoltre, l’impegno della moda a non utilizzare ragazze minori di 16 anni. Elemento, tra l’altro, collegabile all’approvazione della finanziaria di rendere obbligatoria la scuola fino proprio a i sedici anni. L’Italia, quindi, si impegna a riconoscere e a non trapassare il confine, la demarcazione tra una bella ragazza magra e una ragazza malata. Da oggi – ha concluso Giovanna Melandri - tale manifesto inizia a viaggiare con le sue gambe e speriamo possa essere sottoscritto dalle associazioni di modelle, fotografi e anche dalla stampa specializzata”

(Per/Opr/Adnkronos)