TV: 'E IO PAGO!', TORNA DOMANI SU CANALE 5 LA SATIRA DEL BAGAGLINO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


TV: 'E IO PAGO!', TORNA DOMANI SU CANALE 5 LA SATIRA DEL BAGAGLINO
GARA DI SIMPATIA TRA POLITICI 'VERI' ALL'INSEGNA DEL FAIR PLAY

Roma, 12 gen. (Adnkronos) - “’... E io pago!’ la proiezione di quello che la gente pensa: la ‘ggente’, con due g alla romana, si sente spremuta ad indotta a pensare che sta pagando pi del necessario. Tot lo diceva per scherzo, noi con questa Finanziaria siamo costretti a dirlo per davvero”. Pier Francesco Pingitore, autore e regista, riassume cos lo spirito del nuovo variet del Bagaglino, intitolata appunto ‘...E io pago!’, in onda a partire da domani, per 6 puntate, su Canale 5 in prima serata.

Protagonisti, lo storico gruppo capitanato da Pippo Franco, Leo Gullotta e Oreste Lionello, ai quali si affianca, per il secondo anno consecutivo, la “primadonna” Aida Yespica, e un collaudato manipolo di attori e comici: da Martufello a Mario Zamma, quest’anno nei panni del premier Romano Prodi, da Carlo Frisi al duo Battaglia & Miseferi, da Gianluca Ramazzotti alla new entry dell’attrice-cantante Emy Bergamo, fino a Antonio Giuliani, Valentina Persia e Manlio Dov.

Collaudato anche lo staff degli autori con Pier Francesco Pingitore, che firma anche la regia, Carla Vistarini e la collaborazione di Piero Castellacci. In scena, il consueto andirivieni di gag, balletti, canzoni, parodie, e soprattutto, imitazioni dei politici: oltre a Prodi, ci saranno D’Alema, Fassino, Papa Ratzinger. E, una novit in controtendenza: uno spazio dedicato ad una coppia di politici ‘veri’, nella prima puntata Daniela Santanch per l’opposizione e Antonio Pecoraro Scanio per il governo, che dovranno, spiega Pingitore, primeggiare nel ‘fair play’. Al contrario di quelle trasmissioni nelle quali i politici vanno a litigare, da noi -aggiunge ancora Pingitore- saranno costretti perfino ad uno scambio di complimenti”. (segue)

(Ems/Pe/Adnkronos)