TORINO: 13ENNE COSTRETTA AD ABORTIRE DAL GIUDICE, ORA RICOVERATA IN PSICHIATRIA
TORINO: 13ENNE COSTRETTA AD ABORTIRE DAL GIUDICE, ORA RICOVERATA IN PSICHIATRIA
VOLEVA TENERE IL BIMBO E HA TENTATO IL SUICIDIO

Torino, 17 feb. (Adnkronos) - Costretta ad abortire dal giudice tutelare del Tribunale dei minori perch i suoi genitori si opponevano alla gravidanza. La vicenda diffusa oggi dal quotidiano 'La Stampa' quella di una ragazzina di 13 anni di Torino che ora si trova ricoverata nel reparto di psichiatria dell'ospedale infantile Regina Margherita, dove stata portata d'urgenza dopo aver minacciato di togliersi la vita perch voleva tenere il bambino.

La giovane, che aspettava un figlio dal suo fidanzatino 15enne, si opposta con tutte le sue forze ai genitori che la ritenevano troppo piccola per avere un figlio ma alla fine ha dovuto cedere di fronte alla legge che non consente ad una minorenne di decidere se abortire o no. Dopo l'intervento la ragazzina ha minacciato di togliersi la vita e per lei stato disposto un ricovero d'urgenza in psichiatria.

(Ato/Col/Adnkronos)