ARTE: A PITTORE BORGIANNI CONCESSO VITALIZIO LEGGE BACCHELLI
ARTE: A PITTORE BORGIANNI CONCESSO VITALIZIO LEGGE BACCHELLI
HA 92 ANNI, VIVE A FIRENZE ED E' IN GRAVI DIFFICOLTA' ECONOMICHE

Firenze, 9 mar. - (Adnkronos) - Guido Borgianni, 92 anni, artista nato a New York, fiorentino di adozione ed ora in gravi difficolt economiche, potr usufruire dei benefici della cosiddetta legge Bacchelli. Borgianni, che vive e lavora a Firenze, dove ha frequentato l'Accademia di Belle Arti sotto la guida di Felice Carena, ricevera' il vitalizio dopo il via libera del Consiglio dei ministri. ''Sono davvero lieto che il governo abbia accolto il nostro appello e che abbia deciso di concedere l'assegno vitalizio a favore del pittore Guido Borgianni. Finalmente lui e la moglie Simonetta potranno condurre una vita pi dignitosa". Lo ha detto il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, dopo aver ricevuto la comunicazione della decisione del Consiglio dei ministri.

Domenici aveva scritto una prima volta nel 2005 all'allora premier Berlusconi e al ministro Urbani, segnalando il caso di Borgianni: "al precario stato di salute - spiegava il sindaco di Firenze - unisce una difficile condizione economica potendo disporre solo della pensione minima, appena integrata dall'assegno per le casalinghe percepito dalla moglie, anch'ella anziana e malata; la coppia inoltre non ha figli n figure familiari di riferimento". Nonostante i Borgianni siano seguiti dai servizi sociali del Comune di Firenze, la loro situazione sempre stataa precaria e quindi il sindaco nelle scorse settimane aveva inviato una nuova lettera al premier Prodi e al ministro Rutelli, a cui subito seguita la decisone del consiglio dei ministri.

Guido Borgianni nella sua lunga attivit di pittore ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. La sua ultima mostra antologica si tenuta nel 2001 all'Accademia delle arti del disegno a Firenze; sue opere si trovano nella Galleria di Arte moderna, nella Collezione autoritratti e nel Gabinetto disegni e stampe degli Uffizi, e in altre raccolte pubbliche e private italiane e straniere.

(Red-Xio/Gs/Adnkronos)