CALABRIA: NAPOLI (AN), ARENATE INDAGINI SU OMICIDIO CIRIACO
CALABRIA: NAPOLI (AN), ARENATE INDAGINI SU OMICIDIO CIRIACO

Lamezia Terme, 26 apr. - (Adnkronos) - Le indagini sull'omicidio dell'avvocato Torquato Ciriaco, avvenuto il primo marzo del 2002, in un agguato di chiaro stampo mafioso, nei pressi di Lamezia Terme, si sarebbero ‘‘arenate’‘. Lo denuncia, in un’interrogazione al ministro della Giustizia, la parlamentare Angela Napoli (An), componente della commissione antimafia.

In Calabria, purtroppo, scrive la Napoli, ‘‘e' ingente il numero di omicidi che risultano impuniti, giacche' pur nel tempo, non si riesce ad individuarne i responsabili: dopo l'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale, Francesco Fortugno, si chiede a gran voce l'individuazione dei mandanti, dimenticando pero' di chiedere, altresi', che vengano accelerate le indagini relative agli altri omicidi verificatisi in Calabria’‘.

La parlamentare di An sottolinea che ‘‘le indagini sull'omicidio dell'avv. Ciriaco, professionista molto noto in citta' e che intratteneva rapporti professionali o di amicizia con molti imprenditori della zona e rappresentati delle forze politiche calabresi, sono apparse subito complicate: la stessa commissione parlamentare nazionale antimafia del tempo aveva invano tentato di contribuire alle stesse indagini’‘. Angela Napoli sottolinea che l'indagine sull'omicidio Ciriaco e' di competenza della Dda di Catanzaro, purtroppo pero', aggiunge la parlamentare, ‘‘anche a detta dei familiari, l'inchiesta sembrerebbe arenata, forse per carenza di uomini della polizia giudiziaria locale’‘. La Napoli chiede al Guardasigilli ‘‘quali urgenti iniziative intenda assumere al fine di verificare lo stato delle indagini sull'omicidio dell'avv. Torquato Ciriaco’‘.

(Prs/Ct/Adnkronos)