AEROPORTI: PRODI A SOCIETA' GESTIONE SUD, BEN VENGANO PRIVATI
AEROPORTI: PRODI A SOCIETA' GESTIONE SUD, BEN VENGANO PRIVATI
ASSETTO AZIONARIO NON E' VINCOLO MA OPPORTUNITA'

Roma, 12 giu. (Adkronos) - ''Chiedo a tutti voi azione. Ognuno faccia il suo mestiere, operate nel modo piu' efficace. Mi raccomando''. Romano Prodi parla durante una conferenza stampa di presentazione del 'Quaderno degli aeroporti del Mezzoggiorno' nella sala Verde di palazzo Chigi. Il premier si rivolge cosi' ai vertici delle societa' aeroportuali del Sud e chiede in particolare agli imprenditori di fare ogni sforzo possibile per sviluppare il settore. ''Abbiamo bisogno di un grande sforzo imprenditoriale -dice il Professore, seduto accanto al ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi e al presidente dell'Enac Vito Riggio- Adesso il disegno c'e'. Questo significa mobilitare non solo le societa' aeroportuali, ma tutte le organizzazioni urbane. Quindi, c'e' il problema dei collegamenti ferroviari e stradali''.

''Le societa' aeroportuali -spiega Prodi- oggi hanno ormai a pieno titolo la gestione totale dell'attivita' dell'aeroporto e hanno il compito di definire programmi di sviluppo, hanno la possibilita' di scegliere metodo e modi. Ben venga l'apertura a soci privati, l'assetto azionario non deve essere un vincolo ma un'opportunita'. E' chiaro che in parallelo a questo ci vuole anche una grande iniziativa nel campo turistico largamente inteso. Anche se guai a legare l'aeroporto solo al turismo. L'aeroporto ormai e'diventato una stazione ferroviaria... Fatevi concorrenza anche tra di voi, l'un con l'altro, purche' sia leale, mi raccomando. Inventatevi idee, vettori, perche' c'e' ne' bisogno''.

(Vam-Mcc/Col/Adnkronos)