LAVORO: SENATO, SI' A DDL CONTRO CAPORALATO
LAVORO: SENATO, SI' A DDL CONTRO CAPORALATO

Roma, 12 giu. (Adnkronos) - Primo s del Senato al disegno di legge contro lo sfruttamento di lavoratori stranieri clandestini. Il ddl introduce nel codice penale il reato di "grave sfruttamento" di immigrati, punito con "la reclusione da 3 a 8 anni" con "la multa di 9 mila euro per ogni persona reclutata od occupata". Le nuove norme prevedono anche l'arresto obbligatorio in flagranza, la possibilit di sequestro dei luoghi dove avviene lo sfruttamento, la sospensione dell'attivit produttiva e la reclusione fino ad un anno per il datore di lavoro; prevista anche un'ammenda, che va dai 3 mila ai 5 mila euro, per chi offre lavoro domestico a pi di due lavoratori irregolari.

Il reato di "grave sfruttamento dell'attivit lavorativa", introdotta nel codice penale, ha nel mirino "chiunde recluti lavoratori, ovvero ne organizzi l'attivit lavorativa, sottoponendo gli stessi a grave sfruttamento, mediante violenza, minaccia o intimidazione". Le sanzioni vengono aumentate nel caso di lavoratori clandestini: il datore di lavoro in questo caso sar punito con l'arresto da 3 mesi a un anno, "nonch con l'ammenda di 5 mila euro per ogni lavoratore impiegato".

Le nuove norme puntano a sconfiggere un'economia sommersa, connessa anche alla malavita. Secondo i dati della commissione per le verifiche e le strategie dei centri per gli immigrati, oltre 300 mila persone sono in mano a scafisti, caporalato e sfruttamento della manodopera.

(Epa/Opr/Adnkronos)