LIBERALIZZAZIONI: META, ORA CONFRONTO CON LAVORATORI SUL PRA
LIBERALIZZAZIONI: META, ORA CONFRONTO CON LAVORATORI SUL PRA

Roma, 12 giu. (Adnkronos) - La decisione del relatore del ddl sulle liberalizzazioni, Lulli, di proporre lo stralcio degli articoli dal 50 al 57 riguardanti la soppressione del Pra, stata votata all’unanimit dall’Aula di Montecitorio. “Si tratta di una decisione giusta e responsabile che consente di affidare il delicato tema della soppressione del Pra alla commissione di merito, la Trasporti, con il necessario approfondimento e confronto con le organizzazioni sindacali dei lavoratori e degli automobilisti”, dice Michele Meta, presidente della commissione Trasporti della Camera dei Deputati, che ritiene “possibile coniugare le giuste esigenze di semplificazione della vita dei cittadini con la salvaguardia dei diritti dei lavoratori.”

“La giusta decisione di non considerare gli autoveicoli beni mobili registrati -continua Meta-, un punto fermo come quello di conservare la natura pubblica dell’Aci e, opportunamente, riformarla. La vicenda della soppressione del Pra, difatti, ha fatto emergere tutte le contraddizioni e i limiti che si sono avuti nella gestione dell’Ente; limiti e contraddizioni che non possono essere pagati n dai lavoratori n dagli automobilisti. E proprio per questo, una bella riforma quantomai utile.”

“Non v’ dubbio -conclude il presidente- che in questa fase di transizione gli organi di vigilanza esercitino pienamente e puntualmente i propri compiti.”

(Rem/Col/Adnkronos)