MEDIASET: NIERI, VOGLIAMO POSIZIONARCI IN TUTTI GLI SPICCHI DELLA FILIERA
MEDIASET: NIERI, VOGLIAMO POSIZIONARCI IN TUTTI GLI SPICCHI DELLA FILIERA
PARLIAMO ANCHE CON AZIENDE DI TLC PER TRIPLE E QUADRUPLE PLAYER

Roma, 12 giu. - (Adnkronos) - ''Se vogliamo fare canali digitali pay? Diciamo che stiamo ragionando di tante cose, e parliamo anche con aziende di tlc su possibili offerte di triple e quadruple player, con canali in chiaro e in digitale: cerchiamo di posizionarci in tutti gli spicchi della filiera perche' vogliamo esserci quando passa la grande occasione...''. E' una strategia a tutto tondo quella che delinea per Mediaset Gina Nieri che, oltre ad essere consigliere di amministrazione e responsabile Affari istituzionali della societa', e' stata indicata anche come nuovo vicepresidente di Rti nella tornata di nomine annunciate oggi dal gruppo televisivo.

Conversando con i giornalisti a margine di una tavola rotonda su 'Tlc e media', Nieri non entra nel merito delle indiscrezioni secondo le quali l'azienda starebbe studiando un'espansione nella pay tv digitale anche per fare concorrenza a Sky.Tuttavia, e' stato fatto notare, con il ddl Gentiloni ci sarebbero restrizioni alla raccolta pubblicitaria anche nei canali pay per view: per adesso ''noi ragioniamo senza tenere conto del ddl Gentiloni -spiega Nieri- altrimenti dovremmo stare fermi e non avremmo potuto concludere l'acquisizione di Endemol che rientra in un filone, quello dei contenuti, per noi normale visto che portarli nelle case e' il nostro core business''.

''Il problema e' che il tetto monetario posto dal ddl Gentiloni e' un tetto al fatturato delle imprese e con esso -conclude Nieri- si punisce la bravura di un'azienda, e di quelle in particolare che hanno il grosso del loro fatturato all'interno della pubblicita', mentre non si dice niente su Sky'' su questo tema.

(Val/Ct/Adnkronos)