PENSIONI: CISL, IN 4000 IN CORTEO A MESSINA
PENSIONI: CISL, IN 4000 IN CORTEO A MESSINA
MEZZIO, ACCELERARE COSTITUZIONE FONDO PER NON AUTOSUFFICIENZA

Palermo, 12 giu. - (Adnkronos) - "Lanciamo un messaggio a Roma, a Palermo e ai governi locali, in nome del diritto di esistere dei 170 mila pensionati siciliani". Paolo Mezzio, segretario della Cisl Sicilia, ha concluso cos, a Messina, la manifestazione sui temi della terza et organizzata dalla Cisl nell’ambito della giornata nazionale di mobilitazione. Nella citt peloritana sono arrivati trenta pullman dalle nove province siciliane. Quattromila, secondo il sindacato, i pensionati che hanno sfilato, dalla Stazione marittima a piazza Cairoli. Con loro lo stato maggiore della Cisl. Oltre a Mezzio, il segretario della Fnp Sicilia (la federazione di categoria) Carmelo Raffa e i nove segretari provinciali Cisl.

"Chiediamo - ha detto Mezzio - che il tavolo che si apre a Roma venerd tra governo e sindacati sciolga anche il nodo della rivalutazione delle pensioni. Pure i dati Istat confermano la triste condizione dei nostri vecchi - ha aggiunto il sindacalista - Secondo l’istituto di ricerche, il 31 per cento degli ultrasessantacinquenni percepisce un importo compreso fra 500 e mille euro al mese mentre il 24 per cento deve fare i salti mortali con meno di 500 euro. una realt indegna di un Paese civile".

Il leader Cisl ha sollecitato anche l’accelerazione dell’iter parlamentare del disegno di legge di iniziativa popolare per l’istituzione di un fondo nazionale per i non autosufficienti. "Un fondo per la verit - ha rilevato Mezzio - il governo Prodi lo ha istituito con la Finanziaria 2007, presso il ministero della Solidariet sociale. Ma lo ha dotato di 100 milioni di euro appena decurtando poi lo stanziamento di 30 milioni per far fronte ai mancati introiti da ticket sanitari, eliminati a seguito delle proteste sindacali. Pertanto - conclude - quel fondo meramente virtuale".

(Loc/Ct/Adnkronos)