PENSIONI: DUECENTOMILA IN PIAZZA CONTRO PERDITA POTERE ACQUISTO/ADNKRONOS
PENSIONI: DUECENTOMILA IN PIAZZA CONTRO PERDITA POTERE ACQUISTO/ADNKRONOS
E PER RIVALUTAZIONE MINIME- TENSIONI CON FORZE DELL'ORDINE

Roma, 12 giu. - (Adnkronos) - Cento piazze coinvolte con oltre 200mila presenze. E' la carica dei pensionati scesi oggi a manifestare in tutta Italia per rispondere all'iniziativa organizzata da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp contro la perdita del potere d'acquisto delle pensioni, per chiedere una rivalutazione delle pensioni contributive e per sensibilizzare l'opinione pubblica e il governo sulle condizioni degli anziani. Forti le adesioni in molti comuni italiani. Solo a Torino ventimila pensionati sono confluite da tutto il Piemonte cos come affollati cortei si sono svolti a Firenze, Genova, Cagliari, Napoli e Messina.

Grande la partecipazione nella 'giornata di lotta' dei pensionati anche a Roma, con oltre 10mila presenze, dove per non sono mancati momenti di tensione tra pensionati e forze dell'ordine nel corso del sit-in a piazza Santi Apostoli. A far scattare scontri verbali e la viva reazione dei dirigenti sindacali, la pressante richiesta rivolta ai manifestanti, a protesta ancora in corso, di sgombrare la piazza, di riporre bandiere, ombrelli e cappellini con i simboli delle confederazioni. Momenti concitati si sono registrati anche nei pressi di Palazzo Chigi dove circa duecento pensionati hanno improvvisato un piccolo presidio davanti Galleria Colonna.

"Protesteremo con il ministro dell'Interno per l'atteggiamento inspiegabile delle forze dell'ordine"ha reagito il leader della Cisl, Raffaele Bonanni. Alle sue parole hanno fatto seguito le proteste della sinistra radicale e la lettera del segretario dei pensionati Cisl, Antonio Uda, indirizzata al Premier Prodi e al ministro dell'Interno, Giuliano Amato, dove "con grandissima amarezza" sono denunciati i fatti accaduti a Santi Apostoli e a Piazza Colonna. (segue)

(Gsa/Ct/Adnkronos)