PENSIONI: NAPOLI, 15 MILA IN PIAZZA PER CHIEDERE PIU' SOLDI
PENSIONI: NAPOLI, 15 MILA IN PIAZZA PER CHIEDERE PIU' SOLDI

Napoli, 12 giu. (Adnkronos) - Sono stati circa quindicimila a Napoli, secondo i sindacati, i pensionati provenienti da ogni parte della regione, per chiedere “pi soldi alle pensioni” e “subito la legge sulla non autosufficienza”. La manifestazione promossa a Napoli da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil, nell’ambito della giornata di lotta programmata a livello nazionale a supporto del confronto con il Governo per la difesa del potere d’acquisto e la rivalutazione delle pensioni, ha raccolto la protesta di tanti anziani di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno, che hanno raggiunto il capoluogo a bordo degli oltre duecento bus messi a disposizione dal sindacato.

Il corteo si mosso da piazza Mancini, nei pressi della stazione centrale, dove alcuni manifestanti avevano bloccato per qualche minuto i binari del treno ad alta velocit, per giungere, dopo il classico percorso di corso Umberto, via Sanfelice, via Medina, piazza Municipio, e via San Carlo, a piazza del Plebiscito. Qui una delegazione composta dai segretari generale regionali di Cgil, Cisl e Uil, Michele Gravano, Pietro Cerrito e Anna Rea e dai segretari generali regionali dei pensionati stata ricevuta dal Prefetto di Napoli, Alessandro Pansa, a cui hanno consegnato una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri, in cui si chiede “maggiore attenzione per il Mezzogiorno e la Campania, cos come nel Paese, verso le esigenze della terza et”.

Nei giorni scorsi i pensionati avevano inviato una lettera anche al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e al presidente del Consiglio regionale della Campania, Sandra Lonardo.

(Mma/Col/Adnkronos)