PENSIONI: SINDACATI, A BOLOGNA 15MILA IN CORTEO
PENSIONI: SINDACATI, A BOLOGNA 15MILA IN CORTEO
RIVALUTAZIONE POTERE ACQUISTO E ISTITUZIONE FONDO PER NON AUTOSUFFICIENZA LE RICHIESTE

Bologna, 12 giu. - (Adnkronos) - Oltre 15mila persone, secondo i sindacati confederali, in corteo oggi a Bologna, arrivate da tutta la regione in auto, in treno e con oltre 120 pullman, per chiedere al Governo la rivalutazione del potere d’acquisto delle pensioni e l’istituzione di un fondo per la non autosufficienza adeguatamente finanziato. Lo rileva una nota congiunta di .Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil dell'Emilia Romagna. I pensionati si sono dati appuntamenti alle 9,30 in piazza dell'Unit, per proseguire poi lungo via Matteotti e via Indipendenza e giungere in piazza VIII Agosto, si tenuto il comizio dei vertici del movimento

'Padoa, stiamo tutti per Schioppare' e un dialettale 'Padoa, an fer al plumn' alcuni degli slogan del corteo, animato anche dalla musica della banda di Anzola dell’Emilia. Presenti sul palco Luigi Pieraccini, segretario generale della Uilp-Uil dell’Emilia Romagna, anche Danilo Barbi (segretario generale Cgil regionale) e Piero Ragazzini (segretario generale Cisl dell’Emilia Romagna), mentre in piazza a sostenere la protesta dei pensionati c’erano Andrea De Maria (segretario dei Democratici di Sinistra di Bologna) e Marco Monari (coordinatore regionale della Margherita).

Messaggi di appoggio a Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil sono arrivati dal sindaco di Bologna Sergio Cofferati, dal presidente della Provincia Beatrice Draghetti e dal presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errrani. (segue)

(Mem/Ct/Adnkronos)