TRASPORTO LOCALE: REGIONE SARDEGNA, RIFORMA E' IN FASE AVANZATA DI ATTUAZIONE (3)
TRASPORTO LOCALE: REGIONE SARDEGNA, RIFORMA E' IN FASE AVANZATA DI ATTUAZIONE (3)

(Adnkronos) - Infine il nodo su cui si sollevata la presa di posizione di Uras, concernente l’Agenzia regionale. Tema sul quale si soffermato criticamente anche il presidente della Commissione Stefano Pinna (Progetto Sardegna), preannunciando una prossima interlocuzione con il presidente del Consiglio regionale, Giacomo Spissu, per chiarire i vari aspetti della questione.

“Intanto che la legge c’ –ha detto Pinna- essa va applicata. Se qualcosa non funziona si percorrono le procedure normali per modificarla”. Su questo argomento vi sar il necessario approfondimento in seno alla Commissione. Nel corso dell’audizione sono anche intervenuti i consiglieri Alberto Randazzo (Udc), che ha chiesto lumi su eventuali assunzioni alle FMs ed Fds dopo il 2004, ed ha svolto considerazioni sulle deleghe da affidare alle province per porle in grado di funzionare. Giuseppe Fadda (Sa), che prendendo atto dello stato di applicazione della legge, ha giudicato “non eccessivi i ritardi attuativi”, pur in presenza di un’esigenza di celerit.

Elia Corda (Ps) ha ricordato lo stato del trasporto locale di un non lontanissimo passato sottolineando come “la riforma tesa a rendere efficiente il settore a costi contenuti non un’operazione facile”. Pino Giorico (Misto) ha posto quesiti sulla rete dei servizi minimi integrati fra trasporto gommato e trasporto aereo, per garantire un adeguata efficienza per il turismo. Gavino Manca (Margherita) ha sottolineato come “la legge 21 ha lo scopo di sanare problemi e inefficienze annose e se vero che per alcuni aspetti non applicata tuttavia non si possono non considerare gli aspetti delicati” sottostanti. Ha concluso il presidente Pinna, sottolineando l’esigenza che la commissione approfondisca i temi sollevati con ulteriori incontri ed audizioni.

(Rag/Ct/Adnkronos)