UE: ACCORDO SU RIFORMA ORTUFRUTTA, DE CASTRO SODDISFATTO (3)
UE: ACCORDO SU RIFORMA ORTUFRUTTA, DE CASTRO SODDISFATTO (3)

(Adnkronos/Aki) - Si tratter ora, ha proseguito De Castro a Lussemburgo, di decidere "per quale prodotto avvalersi di un periodo transitorio". Non da escludere, del resto, ha aggiunto il ministro, "un periodo di transizione minore se vi sar l'intesa di tutte le filiere".

Sono state inoltre accolte altre richieste italiane, ha precisato il ministro, "quali quelle relative alla previsione, in via obbligatoria, del paese d'origine della commercializzazione degli ortofrutticoli freschi, la possibilit di estendere tale obbligo anche ai prodotti trasformati qualora ci si rendesse necessario per tutelare i consumatori, nonch il mantenimento per tutto il periodo transitorio dei requisiti minimi di qualit previsti nel vigente regime di aiuti ai prodotti trasformati". Infine, il ministro ha sottolineato che "anche il comparto delle patate risulta particolarmente avvantaggiato dalla riforma approvata, rispetto alle previsioni della proposta iniziale, con il mantenimento di un periodo transitorio di quattro anni degli aiuti di Stato, nonch la possibilit di inserire i produttori di patate tra i destinatari di diritti disaccoppiati, analogamente a quanto previsto per gli ortofrutticoli.

De Castro ha affermato che "i fondi si troveranno, saranno distribuiti nel modo pi ampio possibile", si tratta solo di "trovare come utilizzarli". Il ministro ha infine annunciato che "entro due settimane" si incontrer con la collega spagnola Elena Espinosa per definire l'applicazione di queste riforme al pomodoro industriale, non accetteremo differenze, ci muoveremo all'unisono".

(Gdr/Pn/Adnkronos)